Il blog

Sei a dieta e hai fame? mangia un avocado!

Forse non è proprio da mettere in questi termini, ma ho sintetizzato quanto sarebbe emerso da una ricerca dell’Illinois Institute of Technology  della quale sono stati pubblicati gli esiti la scorsa settimana: “..i pasti che includono l’avocado al posto dei carboidrati raffinati possono significativamente sopprimere la fame e aumentare la soddisfazione ai pasti negli adulti in sovrappeso o obesi”.

L’avocado – per chi non lo conoscesse – è ricco di acido folico, indispensabile per la salute cellulare, contiene vitamine e minerali (ha più potassio della banana) ed è ricco di acidi grassi monoinsaturi, come quelli dell’olio di oliva, per intenderci.

E’ un frutto (sì, non un ortaggio) originario dell’America meridionale e che ha una sua stagionalità: ad ottobre nelle varietà autunnali (Zutano, Fuerte, Bacon) e poi da gennaio fino ad aprile-maggio con la varietà Hass – quella che è forse più facile da trovare al supermercato.

Meglio tenerne conto per non acquistare un frutto poco gustoso o peggio, pessimo da mangiare.

Sarebbe bello se, tanto per cambiare, non trasformassimo qualcosa di buono per la nostra salute nell’ennesimo problema per il pianeta: dato che l’aumento della richiesta sta creando allarme a causa delle coltivazioni intensive, potremmo decidere di non mangiare avocado tutto l’anno, acquistandone il più possibile di quelli coltivati in Italia.
Saltellando da un sito all’altro ho trovato ad esempio quello di un’azienda agricola siciliana, che li coltiva dal 2013: la Sicilia Avocado . Si acquistano on line con spedizione a domicilio.

Info utili

Per prepararlo, meglio tagliarlo per il lungo, ruotarlo per separare le due metà quindi togliere il nocciolo e sbucciarlo con un coltello. Gli avocado Hass hanno la buccia più spessa e in questo caso si può usare un cucchiaio per prelevare facilmente la polpa.

Doveste acquistarne uno non maturo, basterà avvolgere l’avocado in un foglio di giornale per uno o al massimo due giorni: vedrete che diventerà morbido e pronto per la guacamole! Se invece rimane duro come un sasso, beh… come capita anche a qualche essere umano, probabile che non maturerà mai 🙂

Un’ultima curiosità: è possibile far germogliare il seme dell’avocado immergendolo per metà nell’acqua per piantarlo  successivamente, come vedete sotto:

 

Ma ora veniamo al nostro menu settimanale! E si, è corretto! nel menu di questa settimana in ogni pasto troverete almeno una ricetta con l’avocado.. Che se poi non vi dovesse piacere o comunque per non mangiare avocado tutti i giorni, potrete anche eliminare, perchè la maggior parte delle ricette si potrà realizzare anche senza.

Il menu per 4 persone con la lista della spesa pronta per il supermercato lo trovate al link che segue: